Blog


Ecco perché il kiwi è un’ottima scelta per chi soffre di diabete

15/11/2016 15/11/2016
Uno scarso controllo della glicemia è collegato all’obesità e viene associato a patologie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari.

Uno scarso controllo della glicemia è collegato all’obesità e viene associato a patologie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari. Per questo è estremamente importante, per chi soffre di diabete, mantenere sempre sotto controllo il livello di glucosio ematico.

 

Tenere sotto controllo il glucosio ematico

Chi soffre di diabete sa bene che la quantità di carboidrati che si assume può avere un impatto notevole sulla glicemia (pertanto, è necessario fare attenzione a ciò che si mangia). 

L’indice glicemico  (IG) classifica i cibi che contengono carboidrati in base a come questi influiscono sui livelli di glucosio ematico:

  • Gli alimenti a IG elevato (70 e oltre) sono digeriti e assorbiti rapidamente e determinano un forte aumento dei livelli di glucosio ematico. Questo tipo di alimenti, tra cui il pane bianco, le ciambelle, le bevande zuccherate, dovrebbe essere assunto con limitazione.
  • Gli alimenti a basso IG (55 o meno) sono digeriti, assorbiti e metabolizzati più lentamente, e causano un aumento del glucosio ematico molto più ridotto. Questo genere di alimenti, che include la frutta fresca, le verdure, i cereali integrali e i legumi (fagioli, piselli e lenticchie) è una fonte di carboidrati migliore.
diabetes-zespri_kiwiAlimenti ad alto IG diabetes-kiwi Alimenti a basso IG

In che modo il kiwi Zespri ti aiuta a regolare la glicemia

Ci si aspetterebbe che, dal momento che la maggior parte della frutta è dolce e contiene zuccheri semplici, essa faccia aumentare drasticamente il livello di glucosio nel sangue (assegnandole quindi un IG elevato). Tuttavia, così non è nel caso di frutti ad alto apporto di fibre, come i kiwi Zespri.

I kiwi Zespri possono aiutarti a regolare la glicemia in due modi:

  1. I kiwi Zespri hanno un basso IG
    I kiwi Zespri Green hanno un IG di 39,2 mentre i kiwi Zespri SunGold hanno un IG di 49,3 cosa che fa rientrare entrambi nella categoria di alimenti a basso IG. Ciò è dovuto all’alto contenuto di fibre dei kiwi Zespri, che rallenta l’assorbimento degli zuccheri durante la digestione che, a sua volta, implica un più lento assorbimento del glucosio da parte dell’organismo e un rilascio controllato all’interno del flusso ematico.

  1. I kiwi Zespri possono abbassare il tasso di assorbimento del glucosio derivante da altri alimenti
    Un nuovo studio scientifico ha mostrato che mangiare del kiwi a colazione rallenta significativamente l’assorbimento degli zuccheri nel flusso ematico.4 Questo è dovuto al fatto che le fibre contenute nel kiwi hanno una grande capacità di trattenere l'acqua. Quando vengono ingerite, le fibre contenute nel kiwi trattengono l'acqua, gonfiandosi e ispessendosi, e acquisendo una consistenza gelatinosa. Quando la colazione viene digerita, gli alimenti vengono scissi in zuccheri più semplici, che si muovono più lentamente lungo la sostanza gelatinosa formatasi dalle fibre. In questo modo, gli zuccheri vengono assorbiti più lentamente nel sangue e l’energia è rilasciata più gradualmente.

 

diabetes_kiwifruit

Gli studi hanno dimostrato che combinare il kiwi Zespri® con i cereali per la colazione migliora la risposta glicemica

 

Inoltre, le fibre presenti nei kiwi Zespri Green e Zespri SunGold sono un aiuto naturale alla digestione, e alcuni studi condotti sugli anziani hanno mostrato che il consumo regolare di kiwi contribuisce a prevenire la stitichezza.5 Un'altra buona ragione per mangiare ogni giorno un kiwi Zespri a colazione!


Fonti

  1. Istituto Nazionale di Sanità: Istituto Nazionale per il Diabete e le Patologie Digestive ed Epatiche. Causes of Diabetes. Disponibile alla pagina web: https://www.niddk.nih.gov/health-information/diabetes/causes (visitato il 2 ottobre 2016)

  2. Ministero della Salute della Nuova Zelanda. New Zealand FOOD files 2014 Version 01. Consultabile alla pagina web: foodcomposition.co.nz/ (visitato il 29 settembre 2016)

  3. USDA Database nazionale dei nutrienti per gli standard di riferimento, Comunicato 28 (2015)

  4. Monro J.: Kiwifruit – a double agent for glycaemic control and nutrient enhancement: 1st International Symposium on Kiwifruit and Health. Tauranga, Nuova Zelanda 2016

  5. Rush E.C., et al. Kiwifruit promotes laxation in the elderly. Asia Pac J Clin Nutr 2002;11:164–8



Articoli Correlati