Blog


Il kiwi: la migliore fonte di sostanze nutritive per gli uomini carichi di impegni lavorativi

24/01/2017 24/01/2017
Trovare il tempo per mangiare sano è spesso difficile per gli uomini carichi di impegni lavorativi.

Trovare il tempo per mangiare sano è spesso difficile per gli uomini carichi di impegni lavorativi. Saltare la colazione, pranzare al volo durante un incontro di lavoro, mangiare fuori casa e lavorare fino a tardi rendono difficile anche al più ligio tra noi assicurarsi di aver assunto tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno. Ma proprio per il fatto che il nostro corpo lavora come una macchina, ha assoluta necessità di essere nutrito in modo ottimale: devi dargli il giusto carburante e i giusti nutrienti perché dia il massimo.

 

Rifornisci il tuo organismo con i kiwi Zespri Green

Mangiare kiwi Zespri Green è un modo semplice ma molto efficace per mantenerti in salute mentre consumi tutte le energie che ti servono durante la giornata. I kiwi Zespri Green sono ricchi di sostanze nutritive e forniscono la strabiliante quantità di ben nutrienti essenziali, che rinforzano il tuo organismo e contribuiscono alla sua corretta funzionalità.1 E poi, sono lo spuntino perfetto da fare al volo, per mantenerti sano ovunque tu sia!

 

Cinque modi in cui il kiwi Zespri Green ti aiuta a soddisfare il tuo fabbisogno nutrizionale ogni giorno

  1. Un intestino più sano e più felice
    I kiwi Zespri Green hanno un elevato contenuto di fibre solubili e insolubili, che rappresentano un aiuto naturale alla digestione.4 La combinazione di questi due tipi di fibre aumenta la motilità intestinale e riduce i tempi di transito interno, regalandoti un intestino più sano e più felice!

  2. Un’esplosione di vitamina C
    Con 85 mg ogni 100 g, il kiwi Zespri Green è un’eccellente fonte di vitamina C, il doppio di quella contenuta nelle arance!1,2 La vitamina C svolge una serie di importanti funzioni a livello dell’organismo, tra cui rafforzare il sistema immunitario, aumentare i livelli di energia e ridurre la fatica, e incrementare la formazione di collagene, essenziale per avere una pelle sana.3

  3. Favorisce la digestione delle proteine
    I kiwi Zespri Green contengono actinidina, un naturale enzima digestivo presente solamente nei kiwi che migliora la digestione delle proteine (ossia della carne e dei prodotti caseari).5 Una simile digestione, più veloce e completa, riduce quella sgradevole sensazione di pesantezza associata ai cibi ricchi di proteine e facilita l'assorbimento delle proteine da parte dei muscoli.

  4. L’alleato degli atleti
    Se sei uno sportivo, sai bene quanto è importante mangiare cibi che forniscano non soltanto l’energia necessaria per affrontare gli allenamenti, ma che aiutino anche il fisico a recuperare e riprendersi una volta conclusa la sessione. Il kiwi Zespri Green contiene una notevole quantità di potassio (pari quasi a quella della banana)2, un minerale che aiuta a mantenere l’idratazione dell’organismo e a preservare la normale funzionalità muscolare.

  5. Un’esplosione di salute
    I kiwi Zespri Green contengono una vasta gamma di antiossidanti, come la vitamina C, la vitamina E, polifenoli e flavonoidi.1 Gli antiossidanti aiutano a proteggere le cellule dell’organismo dai radicali liberi - sostanze dannose causate dall’inquinamento, dal fumo di sigaretta e da altre tossine, e che hanno un ruolo di primo piano nel processo di invecchiamento.

 

Fonti

  1. Ministero della Salute della Nuova Zelanda. New Zealand FOOD files 2014 Version 01. Disponibile alla pagina web: www.foodcomposition.co.nz/
  2. USDA Database nazionale dei nutrienti per gli standard di riferimento (comunicato 28) 2015
  3. National Institutes of Health (Istituti Nazionali di Sanità, Stati Uniti). Vitamin C. Disponibile alla pagina web: https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminC-HealthProfessional/ (visitato il 29 ottobre 2016)
  4. Sims I.M., Monro J.A . Fiber: Composition, structures, and functional properties. Adv Food Nutr Res. 2013;68:81-99.
  5. Kaur L., et al. Actinidin enhances protein digestion in the small intestine as assessed using in an in vitro digestion model. J Agric Food Chem. 2010;58:5068-73.



Articoli Correlati